La certezza del diritto esige che le norme giuridiche siano chiare, precise e prevedibili nei loro effetti, in particolare quando possano avere conseguenze sfavorevoli per gli individui e le imprese.
Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, sentenza n. 14 dell'11 maggio 2012 - conflitto attribuzioni tra Agcm e Banca d'Italia - pratiche commerciali scorrette - tutela consumatori Consiglio di Stato, Sezione Quarta, sentenza n. 412 del 27 gennaio 2012 - garanzie - assimilazione società di intermediazione finanziaria alle banche Consiglio di Stato, Sezione Sesta, sentenza n. 298 del 24 gennaio 2012 - autorizzazione a detenere partecipaizoni dirette ed indirette riconducibili a unico controllante Tar Lazio - Roma, Sezione Terza Ter, sentenza n. 8677 del 10 novembre 2011 - accesso atti - contributi pubblici Consiglio di Stato, Sezione Quinta, sentenza n. 5497 dell'8 ottobre 2011 - servizio di tesoreria Tar Lazio - Roma, Sezione Prima, sentenza n. 3934 del 9 maggio 2011 - vendita allo scoperto di azioni e titoli - sanzione Consob Tar Lazio - Roma, Sezione Prima, sentenza n. 3252 del 14 aprile 2011 - istruttoria ex art. 16, comma 4, l. n. 287/1990 - concentrazione Tar Lazio - Roma, Sezione Prima, sentenza n. 3363 del 18 aprile 2011 - credito al consumo - pratica commerciale scorretta Tar Lazio - Roma, Sezione Terza, sentenza n. 3343 del 18 aprile 2011 - cancellazione elenco generale ex 106 d.lgs. n. 285/1993 Tar Lazio - Sezione Terza, sentenza n. 3348 del 18 aprile 2011 - albo mediatori creditizi Tar Lazio - Roma, Sezione Prima, sentenza n. 2409 del 21 marzo 2011 - erogazione finanziamenti e mutui - pratica scorretta